Roviano. Il Cibo e la Festa

La Direzione del Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene, con il Patrocinio dell’Amministrazione Comune di Roviano e della Regione Lazio, presenta la rassegna “Il Cibo e la Festa. Pratiche alimentari nei contesti festivi dell’Appennino laziale”. L’iniziativa si articola in tre giornate, caratterizzate da incontri, concerti, proiezioni, spazi di degustazione, stand rappresentativi della cultura e della cucina locale.

Il 4 settembre, alle ore 18, presso le sale del Museo, sarà inaugurata una mostra fotografica su “Il Cibo e la Festa”, illustrativa di alcune tradizioni dell’aree interne del Lazio. Saranno esposte fotografie relative a feste di Roviano, Vivaro Romano, Riofreddo, Vallepietra, Marano Equo, Nazzano (in provincia di Roma), Ferentino, Fumone (Frosinone), Tarano (Rieti). Alle 21, presso la corte del Castello Brancaccio, si terrà il concerto gratuito dei Cello Duet, duo di violoncelli formato da Luca Paccagnella (direttore d’orchestra e musicologo di Padova, docente presso il conservatorio Giuseppe Verdi di Milano) e Margherita Massimi.

Sabato 10 settembre, dalle ore 10, nella Sala Convegni del Museo, verranno presentati una serie di video, risultati di indagini antropologiche condotte da ricercatori e documentaristi sul rapporto tra cibo e festa. Alle 13 verranno allestiti alcuni laboratori di cucina tradizionale e panificazione, a cui si potrà partecipare previa iscrizione. Saranno, quindi, aperti gli stand gastronomici, con la possibilità di degustare preparati tipici e, contemporaneamente, si esibiranno in concerto i Thanks, Pluto, originale duo cantautoriale bolognese composto da David Sarnelli (fisarmonica) e Margherita Valtorta (voce, toy piano, glockenspiel).

Domenica 18, dalle ore 10, il Museo ospiterà il convegno di demoetnoantropologia, con interventi di specialisti che presenteranno ricerche sul tema della rassegna. Per tutta la giornata, nella corte del castello e nel borgo è prevista la presenza di stand gastronomici, di laboratori e di luoghi di degustazione di prodotti locali. Chiuderà la giornata, nel tardo pomeriggio, il concerto itinerante dei BBQ Best Brass Quality – quintetto di ottoni formato da Alberto Stefani (tromba), Daniele Masella (tromba), Luigi Ginesti (corno), Fabrizio Savone (trombone), Gianluca Frattali (basso tuba), Lorenzo Calderano (percussioni); a seguire, il “Ballo della Pupazza”, caratteristico rito coreutico, tipico di alcune feste rovianesi, eseguito da un grande fantoccio dalle fattezze femminili.

Info:
rovianomuseo@tiscali.it
www.museoroviano.it
https://www.facebook.com/museoroviano/
+39 0774 903023

Giornata Internazionale dei Musei a Roviano

Mercoledì18 Maggio, in occasione della Giornata Internazionale dei Musei, il Museo della Civiltà Contadina di Roviano aprirà in via straordinaria (dalle 10 alle 13) e potrà essere visitato al solo costo del biglietto ridotto. Per tutti i giovani al di sotto dei 25 anni l’ingresso sarà gratuito e ad ognuno di essi verrà regalata una guida del Museo.

In riferimento al tema della Giornata dei Musei, che quest’anno è “Museums and Cultural Landscapes –­ Musei e paesaggi culturali”, Domenica 22, alle ore 16.30, sarà proiettato il film “Ousiders. Storie dal Fiume”, di Sara Pigozzo e Enrico Meneghelli: l’ingresso per la visione del film è gratuito.

Museo della Civiltà Contadina valle dell’Aniene
Piazza San Giovanni 1, Roviano (RM)
www.museoroviano.it
rovianomuseo@tiscali.it

Il culto di San Biagio in mostra a Dubrovnik

Venerdì 6 maggio 2016, alle ore 19, verrà inaugurata presso il Museo Etnografico di Dubrovnik (Granaio Rupe), la mostra San Biagio in Italia: i luoghi, il culto, le feste. L’esposizione, che si compone di più di 150 fotografie sulla devozione al santo nelle varie regioni italiane, è stata curata dall’Etnolaboratorio per il Patrimonio Culturale Immateriale (Eo|Lo), in collaborazione con la Direzione del Museo Etnografico di Dubrovnik. La mostra, che ha avuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dell’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria, resterà aperta fino al 7 luglio per poi tornare in Italia, dove diverrà itinerante, toccando alcuni dei luoghi di maggiore venerazione.

Info sul sito www.progettosanbiagio.it

Il Pianto di Pozzi-Bellini al Museo di Roviano

Sabato 2 Aprile, alle ore 15.30, presso la Sala Convegni del Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene di Roviano, sarà proiettato il film Il Pianto delle Zitelle, di Giacomo Pozzi Bellini. L’opera realizzata alla fine degli anni Trenta, con sceneggiatura di Emilio Cecchi e con la consulenza musicale di Luigi Colacicchi, è tra i primi esempi di cinematografica documentaria italiana a carattere antropologico e racconta il pellegrinaggio e il culto al Santuario della Santissima Trinità di Vallepietra, sulle pendici del monte Autore, tra Lazio e Abruzzo. Vincitore di un premio all’edizione del ’39 del Festival di Venezia, parzialmente censurato e non più proiettato in Italia, ne circolava solo l’adattamento riveduto.

Sono previsti interventi di Paola Elisabetta Simeoni (antropologa e docente presso la Scuola di Specializzazione in Beni Demoetnoantropologici dell’Università “Sapienza” di Roma) e di Emiliano Migliorini (etnomusicologo e Direttore del Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene di Roviano).

Info: rovianomuseo@tiscali.it | http://www.facebook.com/museoroviano

I Luoghi Comuni di Tor Pignattara

Il 14 Gennaio 2016 alle ore 17.30, presso la Casa della Cultura di Villa De Sanctis, l’Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros promuove una tavola rotonda di presentazione delle ricerca di Carmelo Russo e Francesco Tamburrino sui luoghi di culto e sugli spazi di socializzazione fra diverse culture e differenti generazioni, dal titolo Luoghi Comuni / Luoghi in Comune.

Ne parleranno Sergio Botta (storico delle religioni) Alessandra Broccolini (antropologa), Stefania Ficacci (storica) e Alessandro Saggioro (storico delle religioni).

Al Museo della Arti e Tradizioni i Greci di Puglia e Calabria

Nuovo appuntamento al Museo delle Arti e Tradizioni Popolari (MAT/ IDEA) con Gli Italiani dell’altrove, progetto che vuole contribuire a mettere in luce la realtà storica e contemporanea delle Minoranze Linguistiche d’Italia, con il loro patrimonio culturale immateriale. Dopo gli Arbëreshë, i Croati del Molise, gli Occitani, gli Sloveni e i Friulani il 20 Novembre sono di scena i Greci di Puglia e Calabria.


Maggiori info sul sito del MAT.

Inaugurazione del Museo di Vie e Storie

Giovedì 28 Maggio 2015 inaugura il Muvis, il Museo di Vie e Storie, allestito all’interno della Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Vicovaro (Roma).

L’evento ha inizio alle ore 17 e vedrà la partecipazione di Mercello Vassalli (Commissario del Parco dei Monti Lucretili), Laura Rinaldi (Direttore del del Parco dei Monti Lucretili), Massimo Meriggioli (Presidente dei Comuni della Valle Ustica e Sindaco del Comune di Percile), Luciano Romanzi (Presidente Comunità Montana Valle dell’Aniene), Romolo Rubeo (Ingenium Logic, azienda che ha curato l’allestimento). Interverrà, in conclusione, l’Assessore alla Cultura e alle Politiche Giovanili della Regione Lazio Lidia Ravera.

Le ricerche etnoantropologiche relative ai contenuti del Muvis sono state condotte da Paola Elisabetta Simeoni e Emiliano Migliorini (dell’Etnolaboratorio) e da Elisabetta Silvestrini e Milvia d’Amadio.

Programma

La cultura… si mangia

l’Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia (già Centro di Catalogazione e Restauro dei Beni Culturali) di Passariano organizza l’incontro, che si terrà domenica 17 maggio, a partire dalle ore 15.00, presso lo “Spazio Incontri” di Sapori Pro Loco (Villa Manin), sul tema “La cultura…si mangia! Il cibo come patrimonio culturale: incontri, esperienze, racconti, laboratori”.

Programma

Vivere il Passato. Dal matrimonio alla famiglia

Sabato 20 dicembre 2014 alle ore 17, presso la Sala Polifunzionale e Sala Mostre Temporanee del Museo del Fiume di Nazzano, verrà inaugurata la mostra e presentato il volume fotografico “Vivere il Passato. Dal matrimonio alla famiglia”, a cura dell’Archivio Laboratorio Audiovisivo “Peppe Catelli” del Museo Del Fiume di Nazzano. Il volume è corredato da un saggio introduttivo dell’antropologo Tommaso Rotundo, dal titolo “La memoria in uno scatto.  Famiglia e riti di passaggio negli album fotografici di Nazzano” (a cura di EOLO – Etnolaboratorio per il Patrimonio Culturale Immateriale).

L’eredità di Lamberto Loria

Dal 23 al 25 ottobre 2014 si terrà, presso l’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia – Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, il convegno internazionale di studi “Lamberto Loria (1855-1913) per un Museo Nazionale di Etnografia”.
Ad oltre un secolo dalla sua scomparsa il convegno celebra la figura di Lamberto Loria, esploratore ed etnologo nonché fondatore del primo museo di etnografia italiano, con alcune giornate di incontri tra studiosi italiani di antropologia e con il contributo di rappresentanti di musei di altri Paesi.
Il convegno, ad olttre un secolo dalla scomparsa dello studioso, vuole proporre nuovi studi sulla figura di Lamberto Loria e comparazioni con ricerche d’ambito antropologico ed esperienze museografiche internazionali.
Presiederanno le sezioni del convegno, aperto dalla Direttrice dell’Istituto Maura Picciau, Pietro Clemente, Francesco Faeta, Luigi Maria Lombardi Satriani e Giovanni Kezich.

Programma

Info:
Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia – Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari
Piazza Guglielmo Marconi 8 – 00144 Roma EUR
Tel: (39) 06 5926148 – (39) 06 5910709 Fax: (39) 06 5911848 ic-d@beniculturali.it
Informazioni su: https://www.facebook.com/ICDEA