A Nord, a Sud del Mediterraneo


Venerdì 15 gennaio 2016 all’Ateneo Valdese, in via Pietro Cossa 42 (Roma), si terrà l’incontro con il Senatore Luigi Manconi, il Presidente dell’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia Elzir Izzeddin, l’antropologa Alessandra Broccolini, docente all’Università Sapienza, in occasione della presentazione del volume A Nord, a Sud del Mediterraneo di Marcella Delle Donne.

Il volume interroga la coscienza di un “noi”, che nel corso della sua storia ha soppresso la diversità e le minoranze, e oggi, avverte il bisogno di invertire la rotta, di condividere e di rispettare, non senza contraddizioni.
Una riflessione critica sui fatti di Charlie Hebdo apre il volume.
Charlie Hebdo segna a Nord una tragica frattura. A Sud irrompe il silenzio urlato di una umanità  negata. Dalla Palestina al Kurdistan, dal Rwanda al popolo rom, passando ai naufraghi di oggi in un “cimitero  chiamato Mediterraneo”…, ma non è un grido che rimane fine a se  stesso, perchél’autrice indica anche una salvezza, il senso perduto dell’”utopia”, dove il silenzio si fa voce.

I Luoghi Comuni di Tor Pignattara

Il 14 Gennaio 2016 alle ore 17.30, presso la Casa della Cultura di Villa De Sanctis, l’Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros promuove una tavola rotonda di presentazione delle ricerca di Carmelo Russo e Francesco Tamburrino sui luoghi di culto e sugli spazi di socializzazione fra diverse culture e differenti generazioni, dal titolo Luoghi Comuni / Luoghi in Comune.

Ne parleranno Sergio Botta (storico delle religioni) Alessandra Broccolini (antropologa), Stefania Ficacci (storica) e Alessandro Saggioro (storico delle religioni).

All’ISRE workshop di Etnomusicologia

Quattro giornate di laboratori, Workshop e spettacoli, dedicate all’Etnomusicologia,  animeranno l’ultimo fine settimana di Novembre e i primi giorni di Dicembre a Cagliari e Nuoro. Per la prima volta insieme in un percorso voluto dall’Istituto Superiore Regionale Etnografico per favorire lo studio, la divulgazione e la valorizzazione della Poesia Estemporanea, del Canto a Tenore e della Musica di accompagnamento al ballo Tradizionale.

Il 27 e il 28 novembre Cagliari ospiterà alcuni fra i migliori poeti improvvisatori dell’isola, rappresentanti delle varie forme di questa antica espressione, come “Su Cantu a s’arrepentina”,  ancora oggi viva in Sardegna e non solo, e si confronteranno nello spettacolo del 28 sera con i bertsolaris, poeti improvvisatori provenienti dai Paesi Baschi. La serata sarà l’occasione per dedicare un tributo a Mario Masala, il grande Poeta improvvisatore di Silanus, scomparso di recente. Dopo i laboratori del 4 dicembre, il giorno successivo a Nuoro, Canto a Tenore e organetto dialogheranno con il gruppo “Rap” dei Menhir.

I Dettagli dell’iniziativa saranno illustrati Lunedì prossimo, 23 novembre alle ore 10:30 nella biblioteca dell’Istituto Etnografico in via Papandrea a Nuoro. Alla Conferenza Stampa interverranno Bruno Murgia, Presidente ISRE, Paolo Zedda, Consigliere Regionale e  Fabio Calzia, Etnomusicologo.

INFO:
Istituto Superiore Etnografico della Sardegna
Via Papandrea, 6
08100 NUORO
tel. +39 (0) 784 242900
E-mail: promoattivita@isresardegna.org
Web: www.isresardegna.it

Al Museo della Arti e Tradizioni i Greci di Puglia e Calabria

Nuovo appuntamento al Museo delle Arti e Tradizioni Popolari (MAT/ IDEA) con Gli Italiani dell’altrove, progetto che vuole contribuire a mettere in luce la realtà storica e contemporanea delle Minoranze Linguistiche d’Italia, con il loro patrimonio culturale immateriale. Dopo gli Arbëreshë, i Croati del Molise, gli Occitani, gli Sloveni e i Friulani il 20 Novembre sono di scena i Greci di Puglia e Calabria.


Maggiori info sul sito del MAT.

Vivere il Passato a Nazzano

Domenica 18 ottobre 2015 alle ore 17.00, presso la Sala Polifunzionale e Sala Mostre Temporanee del Museo del Fiume di Nazzano (Roma), verrà presentato il volume fotografico “Vivere il Passato. Tradizioni e storia di Sant’Antimo Patrono di Nazzano”, a cura dell’Archivio Laboratorio Audiovisivo “Peppe Catelli” del Museo del Fiume di Nazzano. Il volume è corredato da un saggio introduttivo dell’antropologo Tommaso Rotundo e da un resoconto di interviste a giovani membri della Confraternita del SS. Sacramento e di Sant’Antimo, a cura di Grazia Lapenna. Per l’occasione sarà presentato anche il cd dal titolo “I suoni della festa”, a cura di Emiliano Migliorini, una selezione delle musiche registrate nei giorni della festa del Patrono a Nazzano nel maggio del 2011, durante la ricerca sul campo condotta da Eolo Etnolaboratorio per il Patrimonio Culturale Immateriale su varie realtà festive del territorio sabino.

Al Cini l’incontro annuale dell’ICTM

L’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati organizza alla Fondazione Giorgio Cini il 29 e 30 settembre l’incontro annuale del comitato italiano dell’International Council for Traditional Music (ICTM), l’organizzazione più rappresentativa a livello internazionale degli studiosi di etnomusicologia.

L’ICTM si articola in Comitati Nazionali e quello italiano organizza annualmente un incontro di studi al quale partecipano ricercatori provenienti da diverse istituzioni italiane per presentare le loro ricerche e lavori in corso. Si tratta di un importante momento di scambio e di confronto tra gli etnomusicologi italiani che non a caso quest’anno si svolge a Venezia essendo l’IISMC e la Fondazione Giorgio Cini uno dei punti di riferimento per questi studi in Italia. Durante l’incontro verranno presentati i lavori svolti in questi ultimi tempi sulla catalogazione e digitalizzazione degli archivi dell’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati.

Parte integrante dell’incontro sarà anche una performance di launeddas (triplo clarinetto sardo) e organetto diatonico con Vanni Masala e Andrea Pisu il 29 settembre alle ore 18.30.

A conclusione del convegno il pomeriggio del 30 settembre si apre inoltre la II Rassegna di Etnomusicologia Visuale organizzata in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’Università Ca’ Foscari Venezia. La rassegna, dal titolo Musica e culture spirituali in area caraibica, è a cura di Giovanni De Zorzi e Marco Lutzu.

E’ possibile accedere liberamente alle conferenze, alla performance musicale e alle proiezioni dei documentari fino ad esaurimento posti disponibili.

Scarica il programma dettagliato degli eventi.

Riscatti. Voci migranti al Maxxi

Giovedì 17 Settembre 2015 (dalle ore 20 alle ore 22), l’AMM – Archivio delle Memorie Migranti, presso la Piazza del MAXXI, Spazio YAP, presenta Riscatti: Voci Migranti. Racconti di riscatto, auto-narrazioni, cortometraggi, musiche e sconfinamenti tra arte, culture e soggetti migranti.
L’evento, ad ingresso gratuito, fa parte di YAP FEST 2015.
Durante la serata tanti interventi e anche, in anteprima, il nuovo monologo dell’attore e griot senegalese Mohamed Ba Dalla savana al municipio, il riscatto del migrante.
In collaborazione con la rete InTransit (Liceo Artistico Pinturicchio, CivicoZero, Circolo Gianni Bosio, Pianoterra Onlus, Istituto Centrale Beni Sonori e Audiovisivi, AMM).

Info su www.archiviomemoriemigranti.net

La cultura…si mangia!

Sabato 12 e Domenica 13 settembre, all’interno della manifestazione “Nel giardino del doge Manin”, nel parco di Villa Manin di Passariano (Udine), si terrà l’iniziativa ”La cultura…si mangia! Conversazioni, racconti, laboratori intorno al cibo come patrimonio culturale”, curato dall’ Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia (IPAC). Le giornate saranno dedicate, per questa edizione, al tema dell’olio.
Programma completo

Ideamusei al Mudecu

MUDECU, il Museo delle culture “Villa Garibaldi” di Riofreddo, presenta “Ideamusei. Mostra itinerante dei musei demoetnoantropologici del Lazio”, a cura di Antonio Riccio, Marco D’Aureli e Marco Marcotulli, dal 1 agosto al 6 settembre 2015. L’inaugurazione è prevista per sabato 1 agosto 2015, alle ore 17:00, presso la sede del Museo. Saranno presenti i curatori della mostra. Interverrà la Dott.ssa Paola Pascucci (Regione Lazio).
A seguire apertura di “Ideamusei Doc agosto. Rassegna di documentari della collana di Antropologia Visiva Demos della Regione Lazio”.

Info
www.mudecu.it
Museo delle culture “Villa Garibaldi”
Via Costanza Garibaldi, 10 – 00020 Riofreddo (RM)

Buono da guardare

Da venerdì 17 luglio a domenica 13 settembre 2015 presso il Museo di Roma in Trastevere, la mostra Buono da guardare: cibo, arte e ritualità nelle fotografie di Mario Carbone.

Il cibo è il filo conduttore che lega le immagini selezionate per la mostra. Lo sguardo di Mario Carbone, come sempre attento, curioso e rivelatore si sofferma in questo caso sulle tematiche del cibo e dell’alimentazione, cogliendo in particolare il senso profondo della ritualità e religiosità che questi aspetti sovente includono. Il cibo, nelle immagini di Carbone, viene indagato dalla produzione al consumo, in alcuni casi insufficiente, in altri eccessivo e degradato, senza mai tralasciare la valenza comunicativa che riveste nelle comunità rappresentate.
Un percorso espositivo comprendente oltre mezzo secolo (1950-2001 circa) di reportage fotografico, attraverso 71 immagini b/n e color, provenienti dall’Archivio Mario Carbone.
Le fotografie ricostruiscono parte della nostra storia più recente, spaziando dalle immagini a carattere prevalentemente etnografico degli anni Cinquanta dello scorso secolo che ritraggono il sud d’Italia – Basilicata, Sicilia, Sardegna, Calabria, territori con un’economia ancora prevalentemente agro-pastorale o legata anche alle attività della pesca – a quelle più caratterizzanti gli aspetti sociali e culturali del nostro paese che testimoniano le tematiche artistiche d’avanguardia.
Concludono il percorso alcune fotografie realizzate in India durante il viaggio compiuto dall’autore insieme al regista Giuseppe Ferrara nel 1960. Immagini di donne e uomini ripresi nei gesti antichi e senza tempo dei cicli agropastorali, la lavorazione tradizionale del pane, la pesca, la vendita nei mercati, i banchetti durante le festività o la mancanza del cibo in eventi eccezionali quali il terremoto del Belice.

Maggiori informazioni